Come selezionare l’inoculo per l’impianto di biogas – I Parte

AMPTS LIGHT

L’Attività metanogenica specifica (SMA): una prova utilissima ma ancora da normalizzare. Ripubblicazione di un articolo di Mario A. Rosato su Agronotizie

“Spesso dico che quando puoi misurare ciò di cui stai parlando, ed esprimerlo in numeri, allora sai qualcosa di esso; ma se non riesci a misurarlo, se non riesci ad esprimerlo in numeri, la tua conoscenza è magra ed insoddisfacente; essa può essere l’inizio della conoscenza, ma non ti avrà consentito, nella tua mente, di avanzare nel progresso della scienza, qualunque sia la disciplina”.
  William Thomson, I Barone di Kelvin (Lezione su “Unità di misura elettriche”, 3 maggio 1883)

Leggi tutto “Come selezionare l’inoculo per l’impianto di biogas – I Parte”

L’autogestione biologica dell’impianto di biogas

eudiometro

Ripubblicazione di un articolo di Mario A. Rosato su Agronotizie

Gestire in modo ottimale un impianto a biogas vuol dire diventare “allevatore di batteri”.
Al pari degli animali d’allevamento, i batteri rendono il massimo se vengono mantenuti in condizioni per loro ottimali, per cui risulta fondamentale monitorare i diversi aspetti che incidono sul funzionamento dell’intero sistema anaerobico. È noto a tutti che i diversi costruttori e alcuni laboratori indipendenti, offrono il servizio di assistenza biologica.
Tipicamente tutti questi servizi hanno un punto debole: i risultati non vengono forniti in tempo reale. Inoltre, le analisi fornite, in genere riguardano solo la dinamica del processo di degradazione anaerobica, ma non la verifica della qualità della biomassa – insilati o sottoprodotti che siano – con la quale viene alimentato l’impianto.

Leggi tutto “L’autogestione biologica dell’impianto di biogas”

Idrogeno da biomasse e Green Deal: È possibile eludere le Leggi della termodinamica con una direttiva CE?

Ripubblicazione di un articolo di Mario A. Rosato su Agronotizie.

L’European Green Deal (testo in italiano in questa pagina), fortemente voluto dall’amministrazione Von der Leyen, è il manifesto che la classe politica europea propone come ricetta per:

“… costruire un’Europa nella quale non ci sarà inquinamento locale, né perdita di biodiversità, né impatto globale sul clima, né povertà energetica, le imprese saranno competitive, la società giusta e prospera, e nessuno verrà lasciato indietro”.

Letto con spirito critico, puramente tecnico e privo di faziosità ideologica, il documento sembra più una lista di desideri utopici che una vera e propria linea guida, perché mancano le azioni concrete per raggiungere gli obiettivi prefissati. Il contenuto include diverse affermazioni non supportate da prova alcuna, come ad esempio:
“La rapida diminuzione del costo delle energie rinnovabili, unita a una migliore definizione delle politiche di sostegno, ha già ridotto l’impatto delle energie rinnovabili sulle bollette energetiche delle famiglie” (sic).

Leggi tutto “Idrogeno da biomasse e Green Deal: È possibile eludere le Leggi della termodinamica con una direttiva CE?”

La FORSU e gli impianti di biometano agricolo

Nella maggior parte dei paesi europei, vi è sempre stata una chiara e forte separazione negli impianti di biogas/biometano tra quelli alimentati a biomasse agricole e quelli alimentati a rifiuti, benché, sotto il profilo chimico, la composizione del digestato nel fermentatore presenta poche differenze tra i due.  Il biogas agricolo viene prodotto, oltre che da una quota di biomasse coltivate (in via di progressiva eliminazione, in omaggio agli orientamenti della direttiva ILUC, che riguarda le materie prime da destinare a biocarburanti, e si preoccupa della potenziale concorrenza delle colture energetiche nei confronti delle colture alimentari), soprattutto da sottoprodotti e scarti agricoli .  

Leggi tutto “La FORSU e gli impianti di biometano agricolo”