Dalla raccolta differenziata al serbatoio: la via più efficiente per il recupero energetico dei rifiuti

 

L’industria del biogas ha conosciuto una crescita molto dinamica nell’ultimo quinquennio e gli impianti nel mondo agricolo hanno ormai superato il migliaio. Questo ha dato vita a una filiera industriale ormai in larga parte italiana, che esporta con successo in ogni parte del mondo.

Lo sfruttamento energetico dei rifiuti con la produzione di biogas è generalmente considerato come l’opzione più virtuosa dal punto di vista ambientale, avendo un’impronta di carbonio estremamente bassa. Il nuovo decreto interministeriale sul biometano del 10 dicembre 2013 rende finalmente possibile utilizzare il biogas prodotto e trasformato in biometano puro, per alimentare i mezzi di raccolta e qualunque autoveicolo a metano.  Questa strada non soltanto chiude il cerchio ambientale del recupero energetico dei rifiuti, ma contribuisce a ridurre i costi complessivi della raccolta differenziata.

Il 21 marzo, a Roma, Agroenergia ha organizzato in collaborazione del Consorzio Italiano Compostatori e con il patrocinio dell’ ANCI, un seminario gratuito dal titolo “Dalla raccolta differenziata al serbatoio: la via più efficiente per il recupero energetico dei rifiuti”.

Il seminario ha presentato lo stato dell’arte sulle tecnologie per la produzione di biogas dai rifiuti, anche con volumi relativamente bassi, qualità non elevatissime di raccolta differenziata e soluzioni avanzate per il recupero del digestato e la stabilizzazione biologica. Inoltre sono state presentate le tecnologie per ottenere biometano puro, utilizzabile per autotrazione.

Queste innovazioni, permesse dalla forte crescita del settore biogas nel comparto agricolo, potranno contribuire ad allargare il bacino di utenza per il biogas nel settore dei rifiuti e ridurre gli oneri della raccolta differenziata per la collettività.

 

PER VISUALIZZARE IL PROGRAMMA CLICCARE QUI

 

Tutte le presentazioni sono scaricabili qui sotto previa registrazione sul sito e dopo aver fatto il LOGIN

Login

Collaboriamo con